Rgs 14, 2022
92 Views
Komentavimas išjungtas įraše Opere primaverili di fresia

Opere primaverili di fresia

Written by

Una volta terminate le gelate, le fresie da seme devono essere portate subito all’esterno, poiché in estate è più fresco all’esterno che in serra. La luce intensa non danneggia le fresie, ma è necessario ombreggiarle per ridurre la temperatura ambientale.

L’area in cui verrà collocata la fresia deve essere foderata con teli di plastica per evitare che le radici attecchiscano e vengano danneggiate quando vengono riportate in serra.

Il terreno deve essere leggero e friabile. La torba di muschio a reazione neutra è molto adatta. Si dice che le fresie germoglino molto bene se seminate in un miscuglio di 3 parti di torba e 1 parte di sabbia. Il terreno migliore per la crescita permanente è una miscela di torba muschio e sabbia in parti uguali.

Il terreno deve essere concimato prima della semina, ma solo con parsimonia (100 g di nitrato di potassio per metro cubo, 150 g di solfato di potassio o calimagnesia, 1200 g di perfosfato semplice, 5 kg di gesso). Piccole quantità di fertilizzante sono difficili da miscelare e devono essere mescolate prima con la sabbia e poi con il terreno.

Il concime aggiuntivo deve essere applicato precocemente, cioè 5-6 settimane dopo la semina. Inizialmente, il concime deve essere applicato ogni 10 giorni e, se la crescita è scarsa, ogni settimana.
Il concime principale è quello a base di azoto e potassio (10-20 g di sali minerali per 10 litri d’acqua). Una o due applicazioni di micronutrienti. Il rapporto tra azoto e potassio deve essere di 2:1 quando le piante sono all’aperto e di 1:1 quando vengono portate in serra. Questo è il rapporto quando si prepara una miscela di nitrati di ammonio e di potassio in parti uguali. In autunno, quando il tempo è nuvoloso, si concima solo con nitrato di potassio, alternato a nitrato di calcio.

Le fresie da seme richiedono quindi una concimazione aggiuntiva più frequente rispetto a quelle coltivate da tuberi, che contengono una grande quantità di sostanze nutritive.

In serra, le fresie da seme vengono trattate come quelle coltivate da tuberi.

La fioritura avviene 9-12 mesi dopo la semina.

La resa dei semi di fresia dipende fortemente dalla temperatura al momento della coltivazione.

L’allegagione più elevata si verifica a una temperatura di 20 °C quando le piante sono in fiore e a 14 °C prima della fioritura. Ci sono circa 10-12 semi per scatola di semi. Il numero massimo di semi che possono essere raccolti per pianta è di circa 100, cioè circa 1 g.

Si consiglia di riprodurre i tuberi da seme per un massimo di 4 anni.

Profondità di impianto e posizione dei tuberi

La profondità di impianto e la posizione dei tuberi di fresia (verticale, capovolta o in basso) non hanno avuto un effetto significativo sulla resa di fiori e tuberi. Questo è stato studiato dallo scienziato danese H.E. Kresten-Jensen nel 1969, piantando i tuberi a una profondità di 2, 5 e 8 cm, e dallo scienziato polacco K. Kukulčanka nel 1974, piantandoli a una profondità di 4, 8, 12 e 16 cm. Quest’ultimo ha scoperto che anche i tuberi piantati a poca profondità sono stati trovati più in profondità quando sono stati scavati, attirati dalle radici contrattili che si seccano.

Piantiamo i tuberi a una profondità di 6 cm. Se piantate a questa profondità, le piante crescono abbastanza solide e non si seccano così rapidamente. In diverse miscele di terreno devono essere piantate a una profondità di 4 cm. In estate, piantate ad una profondità di 8 cm. A questa profondità, la temperatura del suolo è più bassa e le piante si sviluppano più velocemente.

La densità di impianto delle fresie dipende da diversi fattori: luce, malattie fungine, dimensioni dei cormi e caratteristiche della cultivar.

Le piante diventano molto sottili e flaccide se la luce non riesce a raggiungere la parte inferiore della pianta. Per questo motivo le fresie dovrebbero essere piantate meno frequentemente in autunno, quando c’è poco sole. In estate, anche le colture di tuberi dovrebbero essere piantate meno frequentemente, poiché si producono più foglie.
All’inizio della coltivazione della fresia si usava piantare 150-200 tuberi per metro quadrato, ma in seguito si è scesi a 100, perché una piantagione fitta comportava una maggiore incidenza di malattie fungine, un minor numero di fiori e tuberi più piccoli.

Ora ci sono di nuovo articoli in letteratura che affermano che il reddito totale per fiore è più alto quando si piantano fino a 200 piante per metro quadro. Questo perché un numero minore di piante soffre di malattie fungine grazie alla scoperta di preparati chimici più efficaci.

Densità

I cormi più grandi vengono piantati meno frequentemente, quelli più piccoli più densamente.

Le diverse varietà di cormi producono un numero diverso di figli e hanno anche foglie di dimensioni diverse. Pertanto, tutti i cataloghi di fresia specificano quante varietà di cormi devono essere piantate per metro quadro.

Blauwe Wimpel, Saffier, Stockholm, Souvenir sono le varietà più densamente piantate con 110-130 per metro quadro, mentre Margaret, Pimpernel, Princess Marijke, Rosita, Rosemunde sono piantate con 100-110 cormi per metro quadro.
Le varietà meno piantate sono Royal Gold, Eldorado, Appolo, Ballerina, Gloria Solis, Copenhagen, Rose-Marie, Sonata, con 80-100 tuberi per metro quadro.

Le fresie vengono solitamente piantate in file distanziate di 10 centimetri. In alcune aziende agricole, le fresie sono piantate a 12,5-15 cm di distanza tra le file e più densamente nelle file. In questo modo la luce raggiunge la parte inferiore della pianta.

Article Categories:
Be kategorijos

Comments are closed.